Un team organizzato rende di più e costa meno

Un team organizzato rende di più e costa meno

2° VIDEOPILLOLA FORMATIVA 

Se analizziamo le farmacie ed il loro “modello di business” all’interno del mondo del retail, appare evidente che sono attività che hanno un modello distributivo misto: in parte “vendita assistita” e in parte a “libero servizio” in cui ad oggi predomina la prima componente, rendendo la farmacia un punto vendita principalmente fondato sulle persone e sulla loro capacità di sviluppare una negoziazione col cliente – paziente.

Monia Boccioli, esperta in Gestione delle Risorse Umane e fondatrice di Class, afferma: «I dipendenti e i collaboratori sono la risorsa più importante dell’azienda, da loro dipende il successo e lo sviluppo dell’impresa di cui sono parte».

Appurato il fatto che oggi anche per le farmacie in virtù del loro “modello misto”, il personale sia una risorsa strategica, ci sono diverse considerazioni da fare sull’organizzazione del lavoro dello staff per renderlo più efficiente e mantenere alta la motivazione.

Quanto è importante l’organizzazione del lavoro in una farmacia per avere una farmacia che possa performare al meglio?

L’organizzazione dello staff la base sia per avere una farmacia efficiente che possa sviluppare attività proattive come la consulenza a banco e la promozione di iniziative educazionali sia per agevolare i collaboratori nell’essere pienamente concentrati sul paziente e riuscire ad erogare un eccellente qualità del servizio a partire dall’accoglienza al banco.

E’ possibile lavorare contemporaneamente bene su due compiti per una persona adulta? Il multitasking è produttivo? Chiedere quindi ad un collaboratore di essere efficiente lavorando al banco e in retro – banco è produttivo?

In una ricerca realizzata da A. Baron e WR Mattila su un campione di giovani uomini di 18-25 anni e di 65 -76 anni, entrambi i gruppi hanno dimostrato che l’apprendimento, di due liste di compiti contemporaneamente rallenta in maniera importante l’apprendimento, e quindi, i tempi per svolgere le procedure.

Nelle farmacie abbiamo riscontrato le stesse dinamiche. Si pensa erroneamente che i farmacisti possano essere efficaci ed efficienti nel lavoro al banco seguendo anche il retro-banco (back office) quando c’è tempo o quando non ci sono i clienti. In realtà non è cosi. L’efficienza (e le vendite) diminuiscono fino al 30/40% per collaboratore se viene impegnato in due compiti differenti e rallenta l’efficienza di entrambi i processi.

Quali sono allora le attività e gli strumenti necessari affinché lo staff di una farmacia possa lavorare al meglio in modo organizzato?

Per avere uno staff efficiente da un lato è necessario applicare strumenti come l’organigramma, il mansionario e il regolamento della farmacia dall’altro lato sono necessarie attività che il titolare o il direttore devono applicare nel processo di gestione. Qui di seguito vi elenco 7 indicatori e sono suggeriti dagli esperti di organizzazione, e che ritroviamo anche in una tesi realizzata da Matteo Iorio presso l’università Ca’ Foscari di Venezia che potete applicare con il vostro staff per renderlo più produttive per fare in modo che la farmacia diventi più attrattiva per i talenti:

  1. La condivisione degli obiettivi: E’ ancora molto radicata la convinzione che i collaboratori debbano essere tenuti all’oscuro degli andamenti della farmacia, dei propri e degli obiettivi di tutto il gruppo. Niente di più sbagliato! Se vi trovate in un corridoio buio, correreste spediti o procedereste a tentoni nel timore di farvi male? Tenere il collaboratore all’oscuro degli obiettivi della farmacia in cui presta la propria attività professionale significa brancolare nel buio!
  2. Partecipazione: Tutto lo staff si deve aiutare nel raggiungere gli obiettivi. I migliori risultati si ottengono se lo staff condivide i risultati aiutandosi l’un l’altro.
  3. Coinvolgimento: Il coinvolgimento si ottiene ascoltando i collaboratori e creando dei momenti dedicati al confronto, attraverso i quali il collaboratore si sentirà considerato conseguentemente accrescerà il suo senso di partecipazione al progetto della farmacia.
  4. Sviluppare relazioni di fiducia: Ogni componente dello staff deve sentire di potersi fidare degli altri membri del team, siamo essi collaboratori o titolari. Uno degli elementi per sviluppare relazioni di fiducia è la definizione delle regole di lavoro per iscritto (regolamento). Meno aree grigie ci sono, meglio si lavora ed è più facile creare relazioni improntate sulla fiducia.
  5. Acquisizioni delle informazioni: I compiti specifici, così come le informazioni utili allo svolgimento del lavoro, devono essere chiari e condivisi con tutti. Oggi più che mai comunicare in maniera efficace con il proprio staff diventa essenziale per crescere e gestire i cambiamenti.
  6. Equità / Meritocrazia: Uno degli aspetti che sta rallentando molto la crescita e lo sviluppo delle farmacie è l’assenza di meritocrazia. Sono pochissime, infatti, quelle realtà che hanno impostato/previsto sistemi di remunerazione basati su risultati e criteri uguali per tutti. Questo sarà uno degli elementi più importanti da definire per far crescere le persone nella propria farmacia.
  7. Sviluppo della emozioni: Le persone devono sentirsi a proprio agio nell’esternare i propri sentimenti circa i successi o gli insuccessi all’interno della farmacia. L’ambiente nel quale il collaborare passa buona parte della sua vita deve essere una “palestra professionale” nella quale gioire e patire dei successi come degli insuccessi.

Nel modulo “Come Organizzare il team e il lavoro in farmacia” analizzeremo tutti gli strumenti utili allo staff della tua farmacia.

Se ti interessa approfondire queste tematiche iscriviti al master in “Gestione e sviluppo della farmacia” e approfitta dell’offerta early booking entro il 15 agosto oppure contattaci per sapere come  migliorare l’organizzazione nella tua farmacia.

 

Pierre Emmanuel Telleri Ph.D

Direttore Corsi London Pharmacy Academy

CEO Healthcare Development

 

Iscriviti alle videopillole gratuite:

Visita il nuovo sito: www.healthcaredevelopment.it

CEO and Course Director of London Pharmacy Academy Honorary Clinical Lecturer, Burt Cancer Institute, Barts and The London School of Medicine and Dentistry, Queen Mary University of London PhD Education and Training, University of Bologna, Alma Mater Studiorum, LONDON PHARMACY ACADEMY, Course Director, Lecturer, Founder HEALTHCARE DEVELOPMENT, CEO BUSINESS & RESEARCH INTEREST Strategic business and sales Development Negotiation Cross selling and consulting Ethical and sustainable marketing Sales management and improvement in retail and in BtoB Sale management and improvement in BtoProfessional Sales channel and distribution channel HR management and improvement Recruiting and assessment Buying and selling process Corporate academy and school Train the trainer process Pierre also invented and create: DNA Method – Dinamic Negotianon Argument Method© Ethnotraining Method© Cross Coun-Selling Method © NBPlan – New Business Plan© Training Comics Method © TRAINING EXPERIENCE Strategic Sales Development Dynamic Negotiation Argument Sales Technics Strategic Positioning Analysis Management and Recruiting Human Resources Development Train the trainer Training project development Training on the job CONSULTING EXPERIENCE Strategic Business Development Sales Training Sales Management Managing and Developing Corporate Academy PIERRE FABRE PHARMA, PIERRE FABRE ITALIA, UNIFARMA, FARMACAMPANIA, EUFARMA, FARMACENTRO, SOLGAR, ZETA FARMACEUTICA, PRODECO PHARMA, EVE NY SHANGHAI, PANINI GROUP, MARVEL ITALY, L’OREAL, CAREFFOUR, INA ASSITALIA, APPLE, APPLE PREMIUM RESELLER, DIXON, SAAB ITALY, TRONY GROUP, BCC EMILBANCA, BCC AGROBRESCIANO, CASA DOLCE CASA, FLORIM GROUP, EXPERT GROUP, BIOPIETRA-KERMA, ITALIAN STATE POLICE (Istituto Superiore di Polizia, Rome), Italian State Academy (Scuola Allievi Agenti, Rome)
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.